Proviamo verso accertare una verosimile compagnia fra il bordo di cliente dei social rete di emittenti e ogni dei 7 vizi capitali.

Sara divertente riconoscersi con una ovvero ancora di queste tipologie e convenire persino alcuni piccola pensiero e un po’ di autocritica. Buona lezione!

1. L’accidia

Chi e l’accidioso sui social? E’ l’utente giacche vegeta apertamente verso parecchie ore al periodo frammezzo a le reti sociali, quasi in affievolimento parte anteriore allo schermo tondo del pc. Questa e la sua pensiero di pausa e di riposo. E perennemente sopra procrastinazione verso comune affare e a chi glielo fa accorgersi, spiega, per mezzo di spina e ira, che la battaglia a causa di lui e complicata piu di quanto si possa desiderare.

Per che social potremmo associare l’accidia? Indubbiamente verso Zynga, l’azienda giacche produce e rilascia videogiochi per internet modo Farmaville e CityVille. Chi di noi, perlomeno una cambiamento, non ha provato verso rarita ciascuno di questi terrificanti giochi in quanto ti fanno ottenere caramelle e frutta virtuali, da trasformare durante crediti per prolungare a agire durante ore, persi nell’inerzia di un tablet su un divano?

2. La cupidigia

Il goloso sui social sistema e l’utente in quanto, che un bambino davanti ad un bussolotto di composta, si lascia battere dagli impulsi e non riesce adatto verso padroneggiarsi. Non sa aggiudicarsi il conveniente incontenibile stimolo verso afferrare per mano qualsiasi 2 minuti il cellulare verso vedere qualora ci sono notifiche oppure aggiornamenti da controllare, immagine da adattarsi e da mettere a posto. Il somma fine? Un terribile mal di grembo, una vera e propria pesantezza digitale, da cui e verosimile guarire abbandonato attraverso una purificazione dai social.

La cupidigia e indubitabilmente rappresentata da Instagram, il social rete informatica perche permette agli utenti di scoppiare immagine, dare filtri, e approvare complesso addirittura sugli estranei social. Sopra principio divertente e senza vuoto di colpa. Il incognita solo e dal momento che ci si lascia acciuffare esagerazione la giro insieme questa voglia di comporre foto e di pubblicarle dapertutto, mediante saccheggio per una sincero e inappagabile bramosia di porsi in agguato immagini. Ecco allora maniera il fallo di bramosia esce livellato pianoro all’aperto.

3. La arroganza

Chi e il tronfio sui social? E’ un cliente non preciso piacevole, diciamocelo. Futile appena nessun diverso, non legge i messaggi degli prossimo tuttavia rilegge solo i propri. Valuta tenacemente e insieme estrema attenzione la propria ascendente sui social e per maniera narcisistica tiene la rendiconto delle proprie interazioni virtuali, misurando il evento dei suoi post e dei suoi posizione. Va con rapimento quando vede le proprie frasi riprese, condivise e commentate dagli prossimo appena qualora fossero pillole di assennatezza. E’ ossessionato dalla propria apparenza, cosa giacche lo varco verso cambiare la propria scatto circa ciascuno 48 ore.

Ora la vaglio nell’associazione e stata semplice: Facebook . Frammezzo a tutti i social rete di emittenti e privato di questione esso cosicche piuttosto stimola il nostro conoscenza di arroganza, solleticando il nostro ego e la nostra vanita, dunque appena del residuo ancora Snapchat, il nuovo social in quanto sta spopolando tra i giovani, eretto solitario su immagine e schermo.

Stimoli continui verso farci foto luogo tutti siamo continuamente bellissimi, sorridenti, durante perfetta correttezza ed mediante eterno vuoto. Selfie e continui stratagemmi studiati ad hoc per acchiappare oltre a likes e consensi possibili. Dimostrarsi come non si e davvero, e diventata ora la disposizione. Il allarme mediante questi casi, e presumere in quanto la energia visibile tanto quella giacche leggiamo negli stati e nei post di Facebook, pensare in quanto i nostri amici siano davvero felici e fortunati isolato perche hanno postato un raccoglitore di assai poco 100 scatto un momento posteriormente esser tornati verso casa dalle vacanze.

4. La lussuria

Chi e il sensuale sui social rete informatica? E’ l’utente ossessionato nel riconoscere sempre un’occhiata ai profili e alle immagini degli prossimo ovverosia giacche cattura nuove capacita di colloquio e di legame. E’ chi e perpetuamente preso da un assiduo e frenetico trittico “richiedi affinita – mi piace – segui”, nella illusione di prendere e prendere nuove relazioni sociali, consenso, stima. Tra tutti, dubbio e la particolarita di utente oltre a stanco e in prigioniero nella stretta dei social rete informatica, mediante quanto carente di una attivita reale appagante.

In mezzo a tutti i social mezzi di comunicazione, Tinder e senz’altro quella in quanto piuttosto rappresenta la sensualita. Tinder difatti e un’applicazione verso cellulari unitamente un scopo unico e onesto: avvantaggiare gli appuntamenti e gli incontri con le persone in quanto ci sono nei dintorni, grazie alla geolocalizzazione con il GPS. Per avviarsi dalla nostra posizione geografica, l’applicazione disegna in realta un circolo con l’aggiunta di oppure tranne grande, all’interno del come vengono scelti prossimo utenti, sulla sostegno dell’eta e del genitali, giacche possiamo disporre di incontrare e di vedere.

5. L’avarizia

Chi e l’avaro sui social? E’ l’utente perche yubo app gratuita, al restio del borioso, non condivide mai le proprie informazioni. Al apice lucra quelle degli altri. Consuma lo schermo per forza di esaminare i profili altrui. Si confonde nella insidia de social, eppure non emerge. Si immischia misteriosamente nel quotidiano del suo ambito, capta e registra compiutamente, ma si guarda utilita dal criticare ovverosia dall’interagire. Ritiene in quanto agli altri il coscienza del pudicizia e non comprende modo si possa scagliare al soffio le proprie informazioni con quel modo.

Non ce ne desiderio Zuckerberg, eppure ancora con presente vizio il conveniente Facebook puo risiedere detto in radice.

6. L’invidia

L’invidioso sui social e l’utente affinche ritiene che e sicuramente assai dura vedere tutta questa moltitudine cosicche sprizza benessere o in quanto fa viaggi da visione. La continua autopromozione dei propri amici sui social lo fa delirare e considerare durante sistema compulsivo e rabbioso tutti i post e gli posizione sociale altrui.

Diciamocelo apertamente. L’invidia e un capriccio giacche puo tagliare in mezzo diagonalmente un po’ tutti i social. Una attuale ricognizione americana afferma che le rappresentazioni felici ed terribilmente idealizzate della propria vita privata sui social rete di emittenti (ad caso collocare le ritratto delle vacanze), suscitano forti sentimenti di livore e una esame distorta della concretezza, che inducono a provvedere giacche le vite degli estranei siano di continuo piu felici e piuttosto riuscite delle proprie.